Home » Cardiopatia Ischemica » Converrà tenersi il Plavix…

Converrà tenersi il Plavix…

RAPIDLa guerra tra antipiastrinici è aperta da tempo, ed i risultati seguono sempre andamenti sinusoidali. Parodi et al pubblicano su JACC il lavoro farmacodinamico “Comparison of prasugrel and ticagrelor loading doses in ST-segment elevation myocardial infarction patients” studiando 25 pazienti con STEMI trattati con PCI e bivaluridina e randomizzandoli a carico di 60 mg di prasugrel e 180 mg di ticagrelor, nella speranza di vedere una qualche differenza di reattività piastrinica (end-point primario). I risultati non mostrano una superiorità di un farmaco rispetto all’altro, attestando che dopo due ore dal carico il 44% dei pz con prasugrel e il 66% di quelli con ticagrelor mostravano elevata reattività piastrinica residua (HRPR) (vedi figura). L’uso di morfina inoltre è correlato con  una peggiore inattivazione piastrinica. Tante le ipotesi di lavoro sul dato, suggerendo che la incompleta inibizione possa essere dovuto al cattivo assorbimento gastroenterico del farmaco in caso di ipotensione, alla vasocostrizione, all’attivazione adrenergica ed al vomito. Nelle riflessioni associate a questo dato preliminare,  potrebbe essere utile sapere quanto sia l’adesione alle linee guida sui 600 mg di clopidogrel in corso di STEMI.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...