Home » Aritmie » I maghi dell’antidoto…che poco servirà

I maghi dell’antidoto…che poco servirà

Visto che esiste quella sindrome per la quale si sviluppa una eccessiva ed immotivata preoccupazione degli eventi avversi di fronte a un nuovo farmaco nonostante gli studi di registrazione e di vita reale siano tranquillizzanti, la comunità scientifica ha prestato il fianco e quindi ha dedicato spazio agli antidoti dei nuovi anticoagulanti orali. L’articolo di Medscape lo potete leggere qui. Si potranno notare alcune differenze farmacocinetiche riguardanti l’inattivazione del rivaroxaban rispetto all’apixaban (dosaggio maggiore), e le peculiarità del Fab nei confronti del dabigatran, tutti senza un rebound trombotico nello svolgere la loro azione di ripristino dell’omeostasi coagulativa. Ci tenevo però a mettere in luce qualche frase paradigmatica, che condivido in maniera  totale e, devo anche dire, antesignana.

Dr. Wallentin pointed out that the bleeding risks are lower with the new anticoagulants than with warfarin.

Even without a specific antidote, the bleeding complications are not very concerning, but of course there are always situations where an antidote would be useful, for example for a patient undergoing emergency surgery.

While Dr. Wallentin welcomes the development of these agents, he said he doesn’t think they will be used that frequently.

Mi sembra abbastanza equilibrato questo ragionamento.


1 commento

  1. Augusto Achilli ha detto:

    Anche in questo caso, come avviene oramai per tutti i nuovi farmaci, c’è una tendenza ad amplificare le problematiche piuttosto che ad apprezzare i benefici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...