Home » Scompenso Cardiaco » Hypertension and puerperium: risky business

Hypertension and puerperium: risky business

Vengo consultato in via telefonica per la gestione di una paziente eclamptica che continua a mantenere valori pressori elevati nel post-partum, con uno stato di coscienza dapprima compromesso ma in netto miglioramento. Io, tranquillo, dico. “beh, iniziate ad usare nifedipina XR e metildopa…”, per svezzarla dai litri di labetalolo e clonidina endovenosa.

Poi, come succede sempre, io dubito di me stesso e mi vado a guardare le LG ESC sulla gestione delle cardiopatiche in gravidanza[3], e mi rendo conto di una bella frase: “Methyldopa should be avoided post-partum because of the risk of post-natal depression.” Mi pongo il problema dell’allattamento, e forse questo potrebbe essere marginale a fronte dello stato di gravità della paziente. Curiosamente, però, il buon vecchio Sibai[1] ci dice che “Antihypertensive agents such as methyldopa, hydrochlorothiazide, furosemide, captopril, propranolol, and enalapril are compatible with breast-feeding”. In più, sembra che l’ipotensione neonatale (cosa grave) sia direttamente correlata allo stato pre-eclamptico della madre[2]. Mettiamoci in più i farmaci usati per l’ipertensione, la cui concentrazione nel latte materno è simile a quella del siero, e siamo a cavallo.

PP

I guai iniziano qui: le LG ESC, frutto di una consensus, sono fortemente contraddittorie rispetto all’opinione di Sibai, che forse è l’unico che i ginecologi conoscono (e leggono). Inoltre, Sibai è molto più preciso di noi cardiologi nel proporre un algoritmo diagnostico per la gestione dell’ipertensione nel post-partum che potete notare in figura. Per farla breve, gestire un’ipertensione maligna nelle puerpere non è una cosa semplice, ed è necessario che collaborino tutte le figure professionali interessate. Forse lo sbaglio sta proprio nel mio coinvolgimento telefonico, ma non si può essere tutti perfetti.

 

 

 

 

References

[1] Sibai, Baha M, “Etiology and management of postpartum hypertension-preeclampsia”, Am J Obstet Gynecol 206, 6 (2012), pp. 470-5.

[2] Teng, R-J and Wu, T-J and Sharma, R and Garrison, R D and Hudak, M L, “Early neonatal hypotension in premature infants born to preeclamptic mothers”, J Perinatol 26, 8 (2006), pp. 471-5.

[3] European Society of Gynecology and Association for European Paediatric Cardiology and German Society for Gender Medicine…, “ESC Guidelines on the management of cardiovascular diseases during pregnancy: the Task Force on the Management of Cardiovascu…”, Eur Heart J 32, 24 (2011), pp. 3147-97.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...