Home » Imaging

Category Archives: Imaging

Annunci

Dobutamine echocardiography forever

kaul dobu

Buona Pasqua con questo evergreen di Sanjiv Kaul, che trovate qui

Annunci

Angioplastica d’oro

IMG_1633Finalmente arriviamo al nocciolo della questione! Tutti stanno zitti sulle angioplastiche d’oro, ma qualche cronista progressista – e anti-lobby ebraica, di Bloomberg, si esprime in questo articolo sul fatto che il Mount Sinai di NY ha un volume di affari enorme rispetto agli altri centri USA. Per carità, non parlano di appropriatezza, ma si stupiscono di quanti soldi possa portare la cardiologia interventistica. Tanto da creare l’istituzione della “visita cardiologica d’emergenza programmata”, ovvero fare arrivare i pazienti in PS di domenica , simulando anche i sintomi, per andare avanti con la lista d’attesa. Così definito …”Among the story’s most vivid images: 10 patients presenting to the emergency department over two Sundays in 2012…”. Il giornalista invece ipotizza che questo colpo di mano serva a garantire la rimborsabilità ai pazienti non assicurati. Mica te lassamo mori’!

Che io sappia, questo succede frequentissimamente in Italia: anzi, sembra l’unico modo per abbattere le liste di attesa che sono virtuali…

E nun so’ mica tutti bboni…

Parla Catherine Otto, descrivendo le nuove Linee guida AHA/ACC sulla gestione delle valvulopatie

As such, she clarified, earlier intervention in patients with mitral regurgitation would apply only to patients with:

  1. A repairable valve (>95% likelihood of a successful and durable repair without residual MR).
  2. A very low expected operative mortality (<1%).
  3. Valve repair planned for a heart-valve center of excellence.

If these three conditions are not met, a more conservative approach is appropriate, she said.

Endless aortic stenosis

Su Circulation ho trovato una review sulla stenosi aortica che potrete scaricare cliccando qui. Proprio molto completa e relativamente sintetica, con una parte che vorrei sottolineare: quella della fonti di errore nella valutazione dell’area valvolare. Tutti abbiamo fino ad ora supposto che il tratto di efflusso del ventricolo sinistro fosse circolare; avendo però scoperto che è ellittico, i nostri calcoli ci hanno portato a sottostimare l’area del tratto di efflusso di circa il 15-20%. Ecco che ci viene però incontro il dimensionless index, più  conosciuto da noi come DVI (Doppler velocity index) che, escludendo dalla valutazione della gravità della valvulopatia la misurazione del LVOT, ci semplifica la vita con la famosa soglia di 0,25. La spiegazione ve la riporto integralmente in inglese.

Accurately measuring the LVOT diameter can be chal- lenging with inter- and intraobserver variability reaching 8%. In addition, the continuity equation assumes that the LVOT cross- section is circular in shape, whereas it actually has an elliptical shape. This leads to the underestimation of the LVOT area by up to 17%.101 This is problematic because the LVOT diameter measurement is squared in the continuity equation, thus ampli- fying the measurement error. This can be overcome by using the dimensionless index that is the ratio between the LVOT VTI and AV VTI, ignoring the LVOT diameter in the equation, and is thus less subject to error measurement. A dimensionless index of <0.25 is consistent with severe AS, with a valvular area of 25% of the expected normal valve area for the patient’s body size.

Nella figura sotto (che trovate nell’articolo) c’è anche una raccolta di tutti gli indici utili per il giudizio di gravità della stenosi aortica.

misure _sao

Deformation imaging no problem

strain

Oramai sono parecchi anni che lo studio della deformazione cardiaca ci blandisce per la valutazione delle patologie più varie, entrando a far parte anche delle linee guida (anche se non con evidenze poderose) per la gestione della stenosi valvolare aortica.

Cosa impedisce, ad esempio, che il 2D strain si attesti nello studio delle cardiomiopatie o ci aiuti a guidare in maniera oculata la terapia antiblastica (o anche immunosoppressiva in alcuni tipi di malattie reumatologiche)?

La domanda sorge spontanea, la risposta è: lo so.

La diffusione delle apparecchiature, la ripetibilità degli esami, la curva di apprendimento, il tempo a disposizione per l’elaborazione, e chi più ne ha più ne metta.

Feigenbaum ha sposato una crociata nel voler diffondere – non voglio dire il Verbo – ma almeno la presa in considerazione che, con le opportune semplificazioni, applicare il 2D strain non è poi così complicato.

Ricordando sempre che l’ecografia è tolemaica ed è lo specchio del paziente, leggetevi l’articolo qui.

Le quattro stagioni della stenosi aortica

Secondo me basta questo schemino.

SAo

Pericardite

Raramente così evidente il tratto PR modificato

20130522-225817.jpg